Search

 
News

Doctors' strike in Italy - 10/2/2004

Taken from RAI news

Roma, 9 febbraio 2004
Sembra essere un successo la giornata di sciopero dei medici del Servizio Sanitario nazionale. Secondo i primi dati diffusi dalla Cgil, l'adesione sarebbe pari addirittura al 90 per cento. In tutto il Paese sono comunque garantite le urgenze, il pronto soccorso medico chirurgico, la rianimazione, le terapie intensive, le unitā coronariche.

Pesanti le conseguenze dell'agitazione dei medici: saltati 90 mila interventi chirurgici, le visite e 600 mila ricoveri. Nuovi blocchi sono previsti l'8 e il 9 marzo.

Intanto fa discutere il "manifesto per la rinascita della sanitā" firmato da 9 luminari e pubblicato ieri dal Corriere della Sera. Sull'ingerenza della politica nella Sanitā e sul ripensamento dell'attivitā privata intramoenia che i medici svolgono negli ospedali, il fronte non č compatto.

"Lo straordinario successo della sciopero odierno, con l'adesione di circa il 90% del personale (non contingentato), rappresenta la conferma che i nostri obbiettivi sono non solo giusti, ma condivisi dalla stragrande maggioranza dei medici e dei dirigenti del Servizio sanitario nazionale", dice Massimo Cozza, segretario nazionale della Fp Cgil medici.

"Adesso al Governo non resta che dare le tre principali risposte concrete che aspettiamo - aggiunge -: la prima č di cambiare la politica sanitaria di continuo picconamento del servizio pubblico, impegnando invece per il Ssn almeno le risorse necessarie per garantire i livelli essenziali di assistenza a tutti i cittadini.

La seconda č di fermare l'approvazione in Parlamento della devolution in sanitā, assumendo l'impegno di garantire a livello nazionale a tutti i cittadini, al di lā della regione nella quale vivono, il diritto alla salute.

La terza č di onorare gli impegni contrattuali, attraverso lo stanziamento delle risorse mancanti per garantire almeno il recupero della inflazione reale, per il periodo 2002-2005".



 
 
Developed by Alert Communications|  Disclaimer  |  Copyright  |  Privacy Policy
 
Home Home Home