Search

 
News

Italian health minister statement on bird flu - 13/2/2006

Vibo Valentia, 13 febbraio 2006


Il ministro della Salute, Francesco Storace, oggi visita le zone del sud dove sono morti i cigni colpiti dall'influenza aviaria, in Sicilia, Calabria e Puglia. Storace invita gli italiani a non essere ansiosi, sottolinea che "non c'e' alcun rischio di contagio umano" e che "non c'e' bisogno di cambiare abitudini alimentari".
Nella zona del Lago di Angitola, il ministro della Salute Francesco Storace e' stato accolto dal presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero, ed ha incontrato i custodi che per primi hanno recuperato il cigno malato, poi risultato positivo al virus H5N1. Le autorita' calabresi hanno sottolineato che la zona del lago e' stata controllata per reperire eventuali altri animali malati ed i controlli sono stati anche allargati alle fattorie limitrofe e alle numerose piccole aziende in questa area. Si sta lavorando anche ad una campagna di comunicazione e informazione rivolta ai cittadini, con manifesti che chiariscano le misure da adottare partendo da quella di evitare i contatto diretto con animali morti.

Loiero: non corriamo nessun pericolo
"Vorrei mandare un messaggio abbastanza distensivo alla popolazione. Noi non siamo qui perche' corriamo un pericolo", ha affermato il presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero, "Come ha spiegato il ministro - ha detto Loiero - il passaggio del virus dall'animale selvatico all'uomo non esiste. Per il resto - ha proseguito il presidente - devo dire che l'assessorato alla Sanita' della Regione aveva gia' costituto un gruppo di lavoro nella eventualita' che un fatto del genere potesse toccare la Calabria. Anche sotto questo aspetto siamo molto tranquilli".

Storace infine ha sottolineato come si sia avviato un sistema di 'allerta contemporaneo': in presenza di casi di animali sospetti di esseri stati contagiati dal virus, le Asl avvertiranno immediatamente il Ministero, prima ancora di avviare i primi esami in loco. Questo permettera' di far scattare immediatamente le misure di prevenzione e controllo sul territorio.



 
 
Developed by Alert Communications|  Disclaimer  |  Copyright  |  Privacy Policy
 
Home Home Home